Chi sono io

Curriculum vitae e referenze sono su Linkedin.
Puoi anche scaricare il mio curriculum.
Se non ti basta, scrivimi.

La mia storia


Fin da bambina, ascoltare, poi leggere e raccontare storie è stata la mia passione. Finché non ho imparato a scrivere, ho sfogato la fantasia disegnando, ma il fascino di quegli strani segni che significavano altro, delle lettere disegnate con la mano o stampate, era davvero magico e irresistibile per me! Ricordo ancora molto bene l’emozione di pigiare le dita sui tasti della macchina da scrivere e lo stupore della lettera che si stampava sul foglio bianco. Facevo ancora la scuola primaria, quando ho pubblicato il primo numero di Paperopoli News...
Ero affascinata in particolare dalle storie di vita e dalle storie dei popoli, delle civiltà, soprattutto se lontane nello spazio o nel tempo, passato o futuro che fosse.
La libreria Incontri di Sassuolo era il mio negozio preferito. La sede delle mie letture era spesso l’azienda di famiglia, che nei primi anni ’80 cominciava ad occuparsi di servizi informatici. Sono cresciuta così… e la tastiera del computer è diventata presto familiare.
Negli anni andava crescendo la voglia di conoscere e raccontare il mondo attorno a me: i luoghi, le persone. Perdermi nei mondi raccontati dagli altri, vivere le loro vite attraverso le loro parole mi ha sempre affascinato.

Il giornalismo e la comunicazione digitale

Ho seguito la mia passione e nel 2001, dopo la formazione umanistica portata avanti fino alla laurea, ho cominciato come giornalista freelance collaborando con un mensile culturale e una testata online locale, una delle prime. Quando 3 anni dopo ho cominciato a dirigerne una mia, ancora mancava una normativa adeguata. Mi sentivo una pioniera ed era così esaltante! Scrivere online mi piaceva, così creai un portale d’informazione culturale e turistica per la mia città. La newsletter settimanale con gli appuntamenti culturali in programma fu la prima sul territorio cittadino. Un servizio gratuito, costruito con la collaborazione delle tante attivissime associazioni cittadine. La strada era segnata: invece di spedire CV, ho fatto vedere cosa sapevo fare (qualcuno dice "con una buona dose di intraprendenza e innovazione"). Hanno cominciato a notarmi e a chiamarmi per fare quello e altro ancora...

La storia orale e la Public History inconsapevole

Da allora ho raccolto le storie di vita di centinaia di persone, mi sono appassionata alla ricerca storica e ai segni che il passato ha lasciato sul territorio. Mi sono sempre interessata soprattutto della quotidianità di uomini e donne… ne sono venute sei pubblicazioni, di cui una dedicata ai bambini, due documentari video e… un museo multimediale! Ho raccontato in particolare il mondo del lavoro tra il Distretto ceramico e la Ferrari di Maranello.

Il turismo e il Social Media Marketing

Parallelamente, nel 2006 il turismo è entrato in modo più deciso nella mia vita: il comune di Maranello mi ha chiamata ad inaugurare e coordinare il primo ufficio IAT (informazione e accoglienza turistica) dentro al Museo Ferrari, con un ruolo di info point per tutta la Motor Valley regionale. Un’avventura durata 8 anni, seguendo diversi progetti di rete, rombanti e innovativi, in qualche caso anche acclamati ed emulati come best practices. Negli stessi anni sono stata chiamata a fare anche altre esperienze professionali, legate in particolare alla formazione turistica e alla comunicazione web e social. La passione della scrittura per il web, infatti, non mi ha mai abbandonata e nel tempo sono diventata quel che si dice una social media specialist!

La formazione post-laurea

Per inquadrare il mio saper fare in un sapere più completo, ho arricchito la mia formazione con un master universitario in Management della valorizzazione del patrimonio territoriale e dell’accoglienza turistico-culturale (2012-2013, Politecnico di Milano) e con un master privato in social media marketing presso il gruppo Len (2015).

Nel 2016 mi sono diplomata al master universitario di 2° livello in Public History di Unimore. Aggiornarmi, approfondire, specializzarmi, essere al passo con i tempi fa parte del mio modo di lavorare.

Oggi tra Public History e comunicazione

Intanto, dal 2014, ho sentito in me la voglia, l’esperienza e l’energia per la libera professione. Continuo ad occuparmi di comunicazione e progetti culturali e sono specializzata in particolare in Public History e in comunicazione digitale. Le esperienze e le competenze accumulate in questi due settori - insieme a quelle nel campo della valorizzazione turistico-culturale, della comunicazione del territorio e del marketing territoriale - mi permettono di offrire  consulenza, collaborazione e servizi, proponendo soluzioni innovative e ritagliate su misura delle esigenze del cliente sulla base di modelli sperimentati e di successo. Per i progetti più complessi, posso mettere a disposizione un team di esperti professionisti, con differenti background.

Per i più curiosi, sono anche blogger e racconto un po’ di quel che so e faccio nei miei blog: Allacciati le storie e Informazione turistica.
 

 

© 2017 Paola Gemelli  - P.I. 03606760365